Formazione Sanitari

Infermiere Per Te gestisce e organizza corsi di formazione dedicati a tutti i professionisti della salute.

I corsi di formazione sono certificati IRC dal centro di formazione e vengono svolti da istruttori altamente qualificati.

Infermiere Per Te organizza mensilmente delle date aperte ad iscrizione libera, ma gestisce anche gruppi di persone che in modo autonomo si organizzano per chiedere un corso a pacchetto.

La lista dei corsi che organizza Infermiere Per Te è ampia e completa.

BLSD – Lo scopo del BLS (Basic Life Support, ossia sostegno delle funzioni vitali) è quello di riconoscere prontamente la compromissione delle sopracitate funzioni vitali, ovvero coscienza respiro e circolo, e di supportare le stesse in arrivo dei soccorsi avanzati. Mentre il BLS funge da ponte tra l’evento e l’arrivo dei soccorsi avanzati, la defibrillazione precoce mediante l’uso del DAE (Defibrillatore semiautomatico Esterno), consente di correggere direttamente la causa dell’arresto cardiaco, pertanto il BLS-D crea i presupposti per il ripristino di un ritmo cardiaco valido ed il recupero del soggetto. Alla luce di quanto

già detto, è necessario che venga organizzata una risposta coordinata all’arresto cardiaco improvviso, al fine di garantire la sopravvivenza delle persone: la “catena della sopravvivenza”.

Per informazioni più specifiche contatta il responsabile delle attività formative con una mail a formazione@infermiereperte.it con oggetto FORMAZIONE BLSD

PBLSD – Lo scopo della Rianimazione Cardiopolmonare, come abbiamo visto anche nella pagina BLSD, è quello di salvaguardare la vita in attesa di soccorsi avanzati evitando l’insorgenza di esiti neurologici. Per ottenere questo l’azione prioritaria del soccorritore, è quella di mantenere un adeguato apporto di ossigeno al cuore ed al cervello assicurando alla vittima adeguate manovre di rianimazione. Al contrario dell’adulto l’arresto cardiaco in età pediatrica non è quasi mai dovuto a un problema cardiaco primario, ma risulta spesso essere secondario a tutta una serie di problemi medici di origine prevalentemente respiratoria ma anche infettiva o metabolica. Tuttavia qualunque sia la causa iniziale, la mancanza di ossigeno ai tessuti è dovuta sempre all’incapacità del cuore di pompare il sangue correttamente nei vasi sanguigni. Tanto più lungo sarà il tempo in cui il cuore non riesce a pompare il sangue tanto più grave ed irreversibile sarà il danno. Ne deriva la necessità di educare la maggior parte delle persone a sapere riconoscere precocemente l’arresto cardio-respiratorio e ad avere cognizione delle corrette manovre di rianimazione. Le manovre di rianimazione cardiopolmonare sono tuttavia solo una parte di una catena della sopravvivenza pediatrica che è data dalla PREVENZIONE, RIANIMAZIONE CARDIOPOLMONARE PRECOCE, ALLARME PRECOCE, ACCESSO PRIORITARIO AL TRATTAMENTO PEDIATRICO AVANZATO (sistema 118). Una catena è tanto più forte quanto più forte è il suo anello debole, e spesso l’anello più debole è rappresentato proprio dalla incapacità di intraprendere le manovre di rianimazione precocemente. Inoltre, benché sia un evento raro in età pediatrica, bisogna tenere presente che talvolta l’arresto cardiaco può avere anche una causa primitivamente cardiologica. Solo dal 2 al 10% degli arresti cardiaci extra ospedalieri sopravvive e, in caso di sopravvivenza, in circa il 75% dei casi esita in un danno neurologico. Ciò è dovuto probabilmente al fatto che in passato meno della metà delle vittime sono state soccorse con una corretta rianimazione cardiopolmonare precoce mediante defibrillatore. Per questo parte integrante della catena della sopravvivenza del bambino è la defibrillazione precoce con defibrillatori semiautomatici esterni (DAE).

Per informazioni più specifiche contatta il responsabile delle attività formative con una mail a formazione@infermiereperte.it con oggetto FORMAZIONE PBLSD

PTC BASE E AVANZATO – Il corso PTC (Prehospital Trauma Care) si prefigge quale obiettivo la corretta gestione del paziente politraumatizzato. In occasione del corso verranno affrontati in sequenza gli aspetti inerenti la sicurezza del soccorritore e l’uso dei presidi più idonei, dal collarino al Ked. Attraverso un percorso teorico-pratico ciascun discente acquisirà le competenze necessarie anche attraverso la realizzazione di scenari simulati.

Per informazioni più specifiche contatta il responsabile delle attività formative con una mail a formazione@infermiereperte.it con oggetto FORMAZIONE PTC

ILS – Il corso di supporto vitale immediato, rivolto a tutto il personale ospedaliero non direttamente coinvolto nell’emergenza ha una durata di 8 ore. Esso si pone l’obiettivo di fornire le conoscenze teoriche e pratiche di intervento in caso di arresto cardiaco in ambiente ospedaliero in attesa dell’equipe di rianimazione. L’allievo alla fine del corso sarà in grado di riconoscere le condizioni di preallarme e saprà intervenire mettendo in atto un protocollo operativo e farmacologico adeguato.

Per informazioni più specifiche contatta il responsabile delle attività formative con una mail a formazione@infermiereperte.it con oggetto FORMAZIONE ILS

ALS – ALS è l’acronimo per “Advanced Life Support” (Sostegno Avanzato delle funzioni Vitali). Tali procedure comprendono la gestione delle situazioni di “peri-arresto”, le manovre di rianimazione cardiopolmonare, la gestione del paziente in Arresto Cardio Respiratorio anche dopo il ripristino del ritmo cardiaco, gli squilibri acido-base e le alterazioni elettrolitiche. Rappresenta la prosecuzione delle cure avviate con il BLSD, e viene attuato da operatori sanitari (medici ed infermieri) esperti. Come per il BLSD, l’algoritmo dell’ALS è stato elaborato dalla ERC (European Resuscitation Council) e condiviso dalla comunità scientifica internazionale in seno alla ILCOR.

Per informazioni più specifiche contatta il responsabile delle attività formative con una mail a formazione@infermiereperte.it con oggetto FORMAZIONE ALS

I commenti sono chiusi